venerdì 16 maggio 2014

Il silenzio degli innocenti.

Ieri sera a quest'ora ero al cinema.
Ero al cinema a guardare Rio2.
Correggo.
Ero al cinema ad osservare passivamente Rio2, con mio figlio ed il coniuge (osservatore passivo n°2).
Non è la prima volta che andiamo al cinema tutti insieme (spassionatamente).
E' la seconda (oooooooohhhhhh).

La visione del film è stata preceduta da ben studiate minacce:
-Al cinema non si parla o ti cacciano
-Al cinema non si canta o ti cacciano
-Al cinema non si balla o ti cacciano
-Al cinema si guarda il film e basta o ti cacciano

Il piccolo Gio' era confuso:
-Mamma posso almeno ridere?-
La risposta è stata ovviamente -Sì, ma senza far baccano o ti cacciano-

Non che io voglia sostituire Hitler ai tempi d'oro, voglio solo che
, anche se poco più che treenne, il giovine sappia dove sono i suoi confini e dove iniziano quelli degli altri.

La prima volta al cinema è stata perfetta.
Ma la prima volta i dinosauri imperversavano sullo schermo e Gio' sta ai dinosauri come un adulto sta ad una bottiglia di birra (buona).
Dunque l'ottima riuscita era prevedibile.
Ma a 'sta andata si correva il rischio che l'uccello blu non reggesse il colpo

Invece lui seduto tra mamma e papà si è sorbito silenziosamente non so quanti tot minuti di uccelli piumati variopinti e relativi canti e cinguettii.

Ma non tutti hanno rispettato i propri confini.

La sala gremita di moccolosi urlanti è stata presto trasformata in una rappresentazione vivente del canto 33 dell'Inferno di Dante.
I figli di X genitori sono stati abbandonati in prima fila come pecore libere al pascolo con relativo:
-corri sotto lo schermo per acchiappare gli uccelli
-urla a squarciagola ad ogni canzone
-rincorri il prossimo quando nel video si rincorrono
-rompi maledettamente le palle a tutti i restanti spettatori.

Quando la mia pazienza, di cui ormai conoscete la scarsa disponibilità, si è esaurita ho emesso un "Allloooooooora" da far spavento pure a Cracco.
Cosa è successo secondo voi?
I bambini si sono seduti ed ogni genitore ha riafferrato la rispettiva belva?!
No!

Una manciata di genitori che "sostava" qualche fila più dietro dei figli, s'è voltata con la faccia di chi voleva dire "Guarda che non stanno mica proiettando La Corazzata Potemkin!" illuminando la sala (e la faccia) con, udite udite, la funzione torcia del rispettivo Iphone di ultima generazione alla ricerca della sospettata.

-Mamma perché quei bambini possono fare casino e io no?-

Ai posteri l'ardua sentenza.