sabato 21 settembre 2013

La verità è che...




La verità è che oggi è sabato.
La verità è che gran parte della gente si sveglia in un letto sfatto di tenerezze e amore, magari con una colazione servita a letto, con una spremuta di arancia e un croissant alla marmellata.
La verità è che ieri sera mi sono addormentata sul divano, accanto a mio marito che invece era sveglio, guardando un film di cui ricordo solo i titoli di apertura e la faccia di Margherita Buy.
La verità è che non ricordo neanche come ci sono finita a letto, quale strada abbia fatto per giungerci incolume e...chi mi ha rimboccato le coperte?!
La verità è che mi sono svegliata con gli stessi vestiti di ieri sera, i capelli tenuti da un elastico, e io non mi addormento mai con i capelli tenuti da un elastico!
La verità è che non mi sono svegliata accanto al mio uomo, ma con i piedi di mio figlio infilati tra una costola e l'altra e la sua dolce voce: "Mamma devo fare la cacca!"
Buongiorno mondo!
Gli occhi stropicciati, seguo il piccolo e lo aiuto a prendere la posizione giusta sul water, quella posizione che non permette alla pipì di uscire dal buco tra la tavoletta e il water stesso.
"Vai via!"
La verità è che anche
i bimbi hanno bisogno di intimità.
Il tempo di tornare in camera e mettere a fuoco le ciabatte che non riesco proprio a trovare senza gli occhiali che lui sostiene di aver finito.
"Mamma ho fatto tutta la cacca"
Ancora piena di sonno, con la bavetta secca sulla guancia che tira la pelle, torno in bagno e controllo che sia tutto ok.
Cacca fatta.
Culo da pulire.
Mani da lavare.
Mi chino e solo quando lui esclama "Ecco, ora sono tutto pulito e profumato" posso ritenere di aver completato il compito.
La verità è che sognavo un risveglio più da film, in stile Julia Roberts, con la matita intatta e il blush che mi colora le guance.
Nulla.
La verità è che sono davanti la macchinetta del caffè, con una dose di posa tra le mani e il lavandino carico della pressione del mattino decide si farmi un bagno aromatizzato.
Buongiorno mondo.
Ripristino l'ordine  e apro la finestra per creare la corrente necessaria ad asciugare i pavimenti, ma da questa vento non entra ma i clacson adirati si.
E' solo sabato.
E' solo mattino.
E la verità è che io vorrei solo tenere quel silenzio zen della notte nel mio cervello.
Buongiorno mondo!