giovedì 27 settembre 2012

La Nutella dice sempre la verità.

Fetta di pane.
Fetta di pane leggermente rafferma.
Apro il frigo, prendo il burro e svisssh svisssh lo stendo sopra.
Entra nei buchi della lievitazione, è abbondante.
Tic Tic Tic accendo il fuoco sotto la padella e ci butto la fetta sopra.
Ecco che si fa dorata.
Mi dico che nessuno sentirà quel profumo di burro sfrigolante per casa.
Apro la dispensa e prendo la nutella.
Ok qui inizio a mentirmi.
Sono una donna
e in quanto donna bugiarda
e in quanto bugiarda mento in maniera eccelsa a me stessa.
Mi dico che non sono io, guardo le mie mani fare quelle azioni come fossero frame di un film.
Alla fine che male c'è?
Niente di male ma il mio culo sta già gridando pietà per lo strato lipidico che si spalmerà su di esso con la stessa facilità del burro sulla fetta.
Ma senti che profumo, alla fine questo è uno dei piaceri della vita...
Non per le mie coronarie.
Eccomi sto per mentirmi di nuovo.
Fatta la fetta la afferro e la nascondo con l'altra mano.
Ma a chi la nascondi? Sei sola in cucina...
Mangio come un cane che ha rubato il cosciotto d'agnello dal tavolo della domenica.
Fortuna che la Nutella non mente, la Nutella dice sempre la verità.
Perchè si spatacchia ovunque come il sangue di un cadavere che cerchi di occultare:
Mordi e cola da un buco, pulisci e si alliscia sul dito senza che te ne accorgi così come sposti la sedia ecco la manata marrone DOP.
Mi dico che magari non la noterà nessuno.
Finisco di divorare, pulisco gli angoli della bocca senza prestarci tanta attenzione!
Finalmente ho finito.
Mio marito mi guarda e :"Cosa hai cucinato? cosa hai mangiato?Hai i baffi? Sono le 23 non devi andare a letto?"
Nutella grazie.