mercoledì 29 febbraio 2012

Tutti fanno la cacca.



Siamo alle prese con il vasino.
E' troppo presto per me, il trauma della prima cacca nel vasino me lo volevo evitare fino alla stagione calda almeno, dove il sole e l'ottimismo mi avrebbero reso il tutto più digeribile.
Che poi da neo-mamma i dubbi son dietro l'angolo:
Dunque lui fa la cacca nel vasino e poi? Cioè poi dovrei
prendere il vasino svuotarlo nel water e lavarlo?
Oh vi prego ditemi di NO!
E se fa anche la pipì?Oh che scena orrida.
Ho deciso: VASINO ABOLITO.
L'altro giorno, munito ancora di pannolino, stava studiando il funzionamento di questa sedia blu con buco, regalata dalla nonna che ha prontamente associato all'oggetto la parola cacca; quindi ora oltre a dire cacca per dire pipì,dire cacca  per dire cacca e dire cacca per dire acqua (come ho già spiegato QUI) dice cacca per dire vasino.
Lo vedevo presissimo a sedersi centrando il buco:
Posizionamento, puntare, abbassarsi...ecco no il culo per terra...Ritenta.
Così forse per una serata intera, fino a quando uno strano odore è giunto alle narici:
IL MIRACOLO SI ERA COMPIUTO ha fatto la cacca nel vasino pur avendo il pannolino ma ha capito il funzionamento...
Però c'è sempre un però.
La sorpresa era lì a pochi passi da me.
Non potevo aspettarmi qualcosa di umano da lui.
Una volta aperto il pannolino la dinamica degli eventi era tutta più chiara:
pallette di cacca del tipo cereali Nesquik festosamente gioivano all'apertura della pochette de merd e invadevano gli spazi limitrofi con la maestria che l'impero romano aveva ad ampliare il limes.
Ogni volta che Gio' si era seduto sul vasino ( o aveva tentato di farlo) aveva prodotto una palletta\soldato che istruiva la seguente e così via.
Tutte quelle pallette, una volta disposte a testuggine, caricavano contro di me con tutta la loro puzza\forza.
La mia vita aveva subìto un crollo che neanche WallStreet aveva mai visto: ridotta a raccogliere cereali di cacca piegata sulle ginocchia attenta a non pestarne uno.
Il nemico era stato sconfitto, ma a che prezzo.